Pulizia e prevenzione.jpeg

< SERVIZI PER LA TERZA ETÀ

IMPLANTOLOGIA E RIGENERAZIONE OSSEA

Cos'è ​L’implantologia?

​L’implantologia è una tecnica che prevede la sostituzione di uno o più denti mediante l’utilizzo di impianti dentali, ovvero di finte radici in titanio biocompatibili, che vengono inserite chirurgicamente nell’osso mandibolare o mascellare per sostituire quelle naturali che sono andate perdute.
L’impianto dentale altro non è se non una piccola vite che sostituisce la radice naturale di un dente mancante e grazie alla biocompatibilità del titanio (materiale di cui è costituita) si osteointegra completamente nell’osso, divenendo la base sulla quale fissare successivamente una corona in metallo ceramica o in zirconio.

 

Cosa si intende per osteointegrazione?

L’osteointegrazione infatti, è quel processo biologico attraverso cui l’osso si unisce all’impianto e ne risulta completamente avvolto.

Perché preferire un impianto ad una protesi rimovibile?

Per la persona in età avanzata potersi "liberare" della protesi che deve essere rimossa quotidianamente per pulirla, che può alterare la fonetica e a volte la percezione del gusto, è un vantaggio considerevole.
Inoltre la protesi può rivelarsi ingombrante soprattutto nel caso sia superiore perché  copre tutto il palato.  
Diventano una buona soluzione gli impianti che presentano caratteristiche completamente differenti in quanto partono da differenti presupposti.
Gli impianti si integrano nell’osso come se fossero radici naturali non si collocano “sopra la gengiva” e questo permette al paziente di mangiare, ridere, parlare in totale normalità senza timore che la protesi si muova o si tolga, al punto che il paziente dopo breve tempo dimentica di avere un impianto dentale.
La sostituzione di un dente perduto con un impianto non richiede la limatura dei denti adiacenti come normalmente accade nella protesi fissa tradizionale.
Un ulteriore vantaggio si riscontra nel fatto che la presenza di una vite nell’osso ne blocca il riassorbimento.

Da quali elementi è composto un impianto?

Da tre elementi:
  • l’impianto che si inserisce nell’osso (una sorta di radice artificiale o fixture)
  • l’abutment o moncone cioè l’elemento di raccordo tra la vite e la protesi che si avvita all’impianto ed emerge dalla gengiva
  • la corona, ossia la protesi, che viene avvitata o cementata sull’impianto
In molti casi si può realizzare direttamente una corona in titanio ceramizzato o in zirconio direttamente avvitato sull’impianto riducendo i componenti da tre a due.

Con quali materiali si realizza un impianto?

È il titanio il materiale d’elezione usato per la fabbricazione delle diverse parti che compongono l’impianto dentale: ha un colore simile all’acciaio ma è molto più leggero, facilmente modellabile ma estremamente duro.
Tra le sue proprietà più importanti vi è l’altissima biocompatibilità che ne evita il rigetto da parte dell’organismo.
La biocompatibilità è anche garanzia della sua capacità di adesione all’osso in cui viene collocato (osteointegrazione) che permette all’impianto di essere inamovibile e di avere una percentuale di successo altissima (98%).

posso eseguire solo uno o più impianti?

Se paziente anziano ha perso più elementi dentali, la soluzione implantare permette di ricostruire la funzione masticatoria e l'estetica con una protesi fissa senza andare a "toccare" i denti limitrofi.
Questo si rende possibile anche qualora manchino più elementi dentali.

Qual è la tempistica dell’intervento?

L’integrazione di un impianto è un processo che dura da due a sei mesi e si svolge in tre diverse fasi:
1) si inserisce il pilastro di titanio che servirà successivamente da base per la protesi fissa. Questa fase si svolge in studio con un intervento chirurgico che necessita di un’anestesia locale;
2) inizia il processo di cicatrizzazione ed osteointegrazione ossia l’osso si ricostituisce attorno all’impianto inserito. Durante questa fase viene avvitata sull’impianto una cosiddetta vite di guarigione per permettere l’adattamento della gengiva a quello che sarà il punto di emergenza del dente.
3) Viene fissata una protesi definitiva costruita a partire dalle impronte una volta trascorso il tempo previsto.

Mi è stato detto che non possiedo osso in quantità sufficiente per avere i denti fissi: c'è una soluzione?

Esiste la possibilità per il paziente che presenta dei deficit ossei anche importanti di eseguire la ricostruzione dell'osso andato perduto a causa di pregresse estrazioni o semplicemente a causa di riassorbimenti legati all'età. 
È possibile inserire degli impianti dentali dopo aver attuato interventi di RIGENERAZIONE OSSEA GUIDATA grazie all'ausilio di membrane in collagene riassorbibili o in gore-tex con griglia in titanio e all'uso di una miscela d'osso formata in parte da osso del paziente ed in parte da osso bovino deproteinizzato e deantigenato.

L’intervento è doloroso?

L’anestesia assicura sempre al paziente la possibilità di sottoporsi all’intervento in totale assenza di dolore.
È possibile qualora lo si ritenga opportuno utilizzare la sedazione cosciente per via endovenosa.

PROTESI ALL ON FOUR   

ALL ON SIX (TORONTO BRIDGE)

Si tratta di una protesi fissa rivolta al paziente totalmente edentulo (senza denti).
Questa tecnica ci permette di passare dalla classica dentiera ad un ponte fisso che nell'arcata superiore è totalmente privo di palato collegato direttamente all'osso mascellare o mandibolare grazie al sostegno fornito da quattro o da sei impianti dentali.
Il giorno dell'intervento chirurgico tutti gli impianti vengono inseriti nella medesima seduta e nella maggioranza dei casi si rilevano un' impronta ed una masticazione che ci permetteranno il giorno successivo di consegnare una protesi provvisoria collegata agli impianti con il carico immediato.
Questo permette di eliminare la protesi rimovibile a partire da 24 ore dopo l'intervento.
Trascorsi circa sei mesi, passeremo direttamente alla protesi definitiva dopo aver fatto nuove rilevazioni e nuove impronte.
Il lavoro definitivo avvitato sugli impianti si potrà all'occorrenza svitare ad esempio per consentire una corretta igiene professionale.

Interessato?

Scrivici subito, ti risponderemo nel minor tempo possibile.

PRIVACY

Dichiaro di avere compiuto sedici anni, e se minore di sedici, di essere stato autorizzato dal titolare della responsabilità genitoriale, pertanto acconsento al trattamento dei miei dati personali così come indicato nella Privacy Policy.

COmunicazioni

Acconsento al trattamento dei miei dati personali. Per l’inoltro della newsletter, le comunicazioni via telefono (sms, WhatsApp, telefonata vocale)

Lo studio

Da 30 anni offriamo ai nostri pazienti una vasta gamma di servizi. 

La protesi fissa

Scopri le soluzioni protesiche più adatte al tuo problema.

Gengivite e parodontite

Le tue gengive sono dolenti e sanguinano? I tuoi denti si muovono?

Dicono di noi

Vuoi conoscere l’opinione dei nostri pazienti?

Indirizzo

Via G. Revere, 3 int. 3
30175 Marghera - Venezia

Contatti

 

 

orari

Lunedì

Martedì

Mercoledì

Giovedì

Venerdì

9.00-12.30 e 14.00-18.30

9.00-12.30 e 15.00-19.30

9.00-12.30 e 14.00-18.30

9.00-12.30 e 15.00-19.30

8.00-14.00

Dentista Mestre, Marghera e Venezia

Interessato?

Scrivici subito, ti risponderemo nel minor tempo possibile.

PRIVACY

Dichiaro di avere compiuto sedici anni, e se minore di sedici, di essere stato autorizzato dal titolare della responsabilità genitoriale, pertanto acconsento al trattamento dei miei dati personali così come indicato nella Privacy Policy.

COmunicazioni

Acconsento al trattamento dei miei dati personali. Per l’inoltro della newsletter, le comunicazioni via telefono (sms, WhatsApp, telefonata vocale)

copyright ©2019 Dr. Paolo Donolato - P.IVA 02454280278 - C.F. DNL PLA 63H22 L736B - Direttore Sanitario dr. Paolo Donolato -  Privacy Policy - Cookies Policy